La quiete prima della tempesta.

2Non avere cose o persone di cui sparlare rende tutti nervosi, specialmente sotto Natale, quando le occasioni per fare pettegolezzo al calduccio davanti al caminetto con un bel calice di vino rosso in mano aumentano.

Ho visto persone farsi andare storto il cappuccino quando mi hanno vista parlare 5 minuti con un uomo. Altri dimenticarsi di ordinare il dolce pur di avvicinarsi per chiedermi se il commensale seduto accanto a me era il “prossimo”.

Quello che cerco di dire e che amiamo parlare, sparlare, fantasticare e farci i film con le vite degli altri. E il fatto che tu sia single e serenamente vivi la tua vita, a prescindere dall’universo maschile, fa andare fuori dai gangheri molti sceneggiatori.

Amano farti le domande più disparate e curiose, a volte dirette, altre meno riempiendole di doppi sensi che capisci solo dopo diversi giorni.
Ma l’obiettivo è sempre uno: sapere se c’è un uomo nella tua vita.

Magari c’è, magari no. Magari è la tua vita e non ti va di condividerla con il mondo o con chi poi si auto-invita al tuo matrimonio senza nemmeno aver mai visto chi è il tipo che ti ha solo invitato a bere un aperitivo.

gMa se sei reticente e riservata allora sei affetta da zittellite acuta.
Poverina.
Eppure è una bella ragazza.
La trovo anche brillante e intelligente.
E la commovente commiserazione degli sceneggiatori ti fa ancora di più venire voglia di stare zitta.

Quello che le persone non capiscono è che la vita privata si chiama così per qualche motivo.
Che il cuore prende freddo facilmente se sta scoperto. E tutti sanno, che oltre ad essere cagionevole, è anche di cristallo.

La maggior parte delle persone che si affannano per sapere vita-morte-e-miracoli di chi popola i tuoi pensieri o sta  sullo zerbino del tuo cuore, non ha la più pallida idea di che cosa sia la quiete prima della tempesta.

1

La quiete prima della tempesta è un fantastico momento di serenità, che si raggiunge  dopo sofferenza, delusione, tristezza e sfortuna karmica.
È il momento in cui capisci che sei tu l’amore più bello che c’è.

La tempesta invece è quell’incontro che farà finire la quiete, quegli occhi che incontrerai e che ti scuoteranno dentro.

La tempesta non si può prevedere, forse i più bravi possono solo sentirla arrivare, come un ciclone.
Magari della tempesta si potrà parlare.
Ma sono certa che sarà così dirompente che non ci sarà tempo per i dettagli e i racconti.
Sarà meglio viverla.

E gli altri, come sempre, lì seduti a guardare. E a non capire.

Imagen3

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...