L’amore secondo i maschi

Parlateci con i maschi, ogni tanto.

Ieri sera ho partecipato ad un summit tra maschi, di quelli pizza-birra-partita e… Chiacchiere.
Perché se dicono che sono le donne quelle che si confessano tra amiche, sappiate che anche alcuni maschi lo fanno.
E fanno tenerezza. Non so perché.

Non posso negare che vedono l’amore in un modo tutto loro, si capiscono tra loro, si spalleggiano su questioni che boh… Restano misteri gloriosi per noi donne, ma per loro sembrano taciti presupposti.

È un’altra visione, un’altra interpretazione.
Diversa, se sei donna. Spesso incomprensibile.

Quando, a parole loro, i maschi tentano di spiegarti come vedono la relazione perfetta, quali sono i meccanismi che fanno funzionare il tutto, capisci perché ‘sostanzialmente’ non va’ tra maschi e femmine.
Chi ha scritto che gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere, non ha esagerato.

Io non bevo birra, ma mangio molta pizza e mi piace il calcio.
Questo permette di restare lucida mentre i maschi divagano e si lasciano andare, e di far sì che, per una volta, non ti vedano come un’extraterreste.

A metà del confessionale, sul finire del primo tempo, mi sono chiesta davvero perché tante difficoltà a far funzionare questo meccanismo ad incastro semplice che è l’amore.
Insomma, assodato come funzioniamo noi e capito come funzionano loro, dato lo spazio al confronto tra visoni, perché mai non dovrebbe essere facile superare l’attrito?

Soffrono anche i maschi, forse gli passa un po’ prima.
Fanno meno tragedie, si sfogano da ‘veri maschi’ e poi vanno avanti.
Noi invece soffriamo, urliamo, piangiamo, raccontiamo aneddoti e screensciottiamo schermate infinite di messaggi per sottoporle al parere della corte e spesso portiamo rancore per anni.
Dai maschi dovremmo imparare la rapidità di chiudere capitoli.
Senza tanti convenevoli e drammi.

Anche i maschi si innamorano.
Lo comunicano a modo loro, spesso in modo goffo e silenzioso.
Noi invece professiamo litanie melodrammatiche ricche di parole e metafore.
Noi diciamo B per intendere A. Loro dicono A ed intendono A.

Il cervello dei maschi funziona come un sistema binario, noi invece amiamo i flussi di coscienza e le figure retoriche.
I maschi non cercano l’Amore. I maschi cercano una compagna che capisca il linguaggio binario e parli la loro stessa lingua, anche se di ‘madrelingua Shakesperiana’.

Vogliamo le stesse cose, solo che come sempre, ci esprimiamo con parole diverse, usiamo sinonimi per formulare frasi che hanno il medesimo significato.

Ovvio che ci sono le eccezioni, in entrambi gli emisferi.
Ma la sostanza, dopo una pizza maxi e 90 minuti di uomini che inseguono una palla, è che è solo una questione di sintonizzazione.
Sintonizzare il traduttore simultaneo sulla stessa frequenza.

20140210-223339.jpg

 

 

Vote Me!

badge

 

 

 

Annunci

3 thoughts on “L’amore secondo i maschi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...