Storie di passati e di minestre

2ea0b4f47225c04dba62330221b6c76a
L’altro giorno per caso mi è capitata sott’occhio una foto di un mio ex fidanzato allegramente abbracciato a quella che ora è sua moglie (la sua ex fidanzatina delle superiori) e a suo figlio (3enne) mentre sorridenti stavano in possa fuori dalla gabbia dei leoni allo zoo.

Ho dovuto mettere “mi piace”.
È stato un “mi piace” pari ad un ex voto alla Madonna.

Così la mia mente è tornata indietro di 10 anni. Sì, era il 2004.
Mi sono rivista – stile film – una scena che pensavo di aver rimosso. Io, piccola e indifesa, devastata dalle lacrime che gli dico che è finita.
Finita dopo mille tradimenti e mille bugie, perché un uomo di 28 anni pensa di poter fregare una piccola diciannovenne.
Mi ricordo che quando ci siamo lasciati mi è sembrata la tragedia della vita.
Non riuscivo ad immaginare la mia vita senza di lui, non pensavo mi sarei mai più innamorata.
Non ho mangiato per settimane, non sono uscita per mesi, non riuscivo a trovare un senso (invece di capire che mi ero liberata da un’idiota fedifrago).

E invece sono viva, e mi sono innamorata ancora dopo di lui (… e ho lasciato ancora dopo di lui, però vabbè… Questa è decisamente un’altra storia).

A volte ci dimentichiamo di tutti i traumi che superiamo, di tutti i momenti emotivamente catastrofici che scavalchiamo.
Ed è un peccato. Perché pensare a questo ci aiuterebbe a superare più velocemente le sconfitte che sembrano sempre attimi interminabili.

La vita va avanti… Lui si è sposato, ha avuto un figlio.
Io mi sono innamorata ancora, mi sono laureata e ho iniziato a lavorare.
Se quando stavamo insieme immaginavo (IO) la nostra vita insieme (io tipo desperate housewife che lo aspetta con la padella in mano da sbattergli in testa dopo l’ennesimo tradimento), oggi invece faccio addirittura difficoltà a capire cosa ci trovavo di così speciale in lui.
In lui, che se lo incontrassi oggi per strada (senza conoscerlo), non lo noterei nemmeno per sbaglio (sarà per l’altezza). In lui che non controllava nemmeno se l’altra aveva lasciato oggetti sospetti in bagno o tra i cuscini del divano.

Conviene ricordarsi di come tutto nella vita si supera, perché restare attaccati al passato non ci agevola mai nel futuro. Il passato crea zavorre più pesanti dei limiti che ci sembra di intravedere nel nostro futuro.

Sono convinta che se si resta appesi ai ricordi, al passato, al “com’era” e al “come dovrebbe essere ancora“, si perdono tutte le occasioni migliori.

In realtà dovremmo essere grati nei confronti di tutte le situazioni emotivamente catastrofiche che accadano nella nostra vita sentimentale, perché ci rendono liberi e disponibili per emozioni migliori.

 

402ed105534627c22f5346301cf2e408

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...