La lista

Una vita a stilare liste.
A tirare linee per creare colonne dei “pro” e dei “contro”.
Liste da cui emerge nitido e spigoloso il profilo della tua metà perfetta che disegni dall’esperienza.
Anni passati a dire che vorresti fiori, il buongiorno ogni mattino, la buonanotte ogni sera, la chiamata a fine giornata.
Pomeriggi in cui non fai altro che pensare ai mille viaggi che potreste fare insieme, al pensiero per sorprenderlo.

Una vita a dire cosa non vuoi più.
Perché chi hai avuto al tuo fianco per molti anni ha finito per distruggere la tua autostima a colpi di “non puoi capire“, “cosa ne sai se non hai mai provato“, “hai il sedere basso, fai sport“, “sei una materialista, pensi solo ai regali” o ancora: “certe persone del mio mondo ti ferirebbero“, “sono io, non sei tu“.
Una vita a cercare di capire perché non eri all’altezza, perché non ti diceva “ti amo”, perché era un peso tutto, perché non ti capiva e dormiva con il pigiama e tu nuda accanto.
E anche qui, per capirlo c’è voluta una lista.

La lista delle cose che devono esserci a prescindere, che non possono mancare perché importanti come la terra sotto ai piedi o la mozzarella sulla pizza.
Una lista che è la selezione all’ingresso per il tuo cuore, troppe volte violentato da chi non sapeva nemmeno come abbracciarti.

C’è voluto un’ennesimo scossone per chiudere una lista ed aprirne un’altra.
La nuova lista, come primo punto in alto dice “l’amore è abbastanza”.
E come post scriptum riporta la nota che: amore non è ansia e sudori freddi. No, non può essere amore una sofferenza tale. Amore deve essere serenità, tranquillità, sicurezza.

Valuti sempre tenendo presente la tua lista, una spunta accanto ad ogni voce che c’è.

Nel posto più inaspettato del mondo, ecco, si presenta un nuovo candidato all’ingresso.
Inizi a spuntare, a spuntare e ancora a spuntare: fiori scelti con cura e significato, bigliettino non banale ma pensato, distanze percorse senza fiatare, messaggio del buongiorno, messaggio della buonanotte, chiamata di fine giornata, messaggio a merenda (“… pensiero…”), latte di riso già comprato e messo in frigo (“non si sa mai che una sera ti fermi e poi non posso portarti la colazione che ti piace a letto“), viaggi e mete già programmate, nomi dei figli già condivisi, amici di entrambi convinti che sarà amore.

Arrivi alla fine della lista e ti scoppia il cuore.
Perché sei terrorizzata, sommersa dalle ansie.
Magari è vero che non sei all’altezza di tanta dolcezza o che non meriti tutte queste piccole attenzioni che  riempiono il cuore.

Ci metti due anni della tua vita per ricucirti addosso quello che TU ami, quello che TU sei, quello che TU vuoi.
Impieghi 3 estati e 2 inverni per ridisegnare i tuoi spazi, le tue armonie, le tue passioni, le tue speranze, le tue amicizie, le tue ambizioni, i tuoi desideri. E ovviamente, le tue liste.

Te lo scrivi sulla pelle che l’amore è abbastanza.
Abbastanza per vivere, abbastanza per sorridere, abbastanza per essere felici.

E ora ti chiedi cos’è questa paura assurda e agghiacciante che ti incolla alla sedia e ti cuce la bocca.
Ti chiedi perché a te non escono dolci parole… Proprio a te che hai nauseato chiunque con paroline e nomignoli.
Perché proprio adesso non riesci a programmare una cena al prossimo sabato sera, quando hai sempre programmato il calendario dei tuoi impegni con il tuo lui anno per anno.

Ti chiedi perché hai così paura che sia la persona giusta. Perchè hai paura di ammettere che stai bene con lui. Che adori come ti guarda, che ti ha tenuta per mano dopo solo mezz’ora che ti ha conosciuta. Che balla con te in mezzo alla strada cantando canzoni ridicole. Che non riesce proprio a trattenersi. Che non smette di guardarti negli occhi quando ti parla. Che ti ripete fino alla nausea che per lui sei perfetta, che non desidera altro.

Mi chiedo se devo iniziare a fare un’altra lista, quella delle paure da affrontare perchè non sono paure.
Oppure un’altra ancora in cui elencare tutte le cose in cui vale la pena lasciarsi andare perchè non muore nessuno se vivi un’emozione.

O forse è il caso che la smetta proprio di fare liste.

(Anche perché Lui non era tra le cose da fare o da riportare in Italia durante la vacanza della vita con la mia migliore amica).

 

Annunci

2 thoughts on “La lista

  1. Non credo che serva scrivere liste, né serva spuntarle per vedere se qualcuno corrisponde all’elenco delle proprie aspettative. Anche se queste aspettative sono solo frutto di lezioni apprese, anche se le lezioni sono state dure.
    Quando la persona giusta arriva non ci si ricorda di nessuna lista, non si ha bisogno di verificare i requisiti del candidato, perché semplicemente si sta bene. L’unico requisito dell’amore è amare e sentirsi amati.
    So che le esperienze difficili segnano, è capitato anche a me. Poi col tempo ho scoperto che l’altro non era cattivo, era solo spontaneo, se stesso… ma io ero troppo insicura per capire che se un rapporto non è abbastanza è sufficiente lasciar perdere e lo caricavo di colpe, e mi caricavo di ansie. Non so se la mia esperienza è simile alla tua, ma forse un po’ te lo auguro, perché sono molto felice delle cose che ho imparato su me stessa, grazie a quelle esperienze. In bocca al lupo per la nuova avventura.

    • Credo che le persone, le esperienze… La vita in generale, ogni giorno ci offrano una grande sfida per crescere e migliorarsi. Io non incolpo nessuno e non rimpiango o rinnego niente del mio passato. Se non avessi vissuto certi momenti (nel bene o nel male) non avrei provato, capito, incontrato, fatto, conosciuto tante altre cose e persone. Accettare la sfida è spesso duro. Mettersi in gioco (per se stessi è duro). Le esperienze ti cambiano… Ma non puoi mai sapere se in male o in bene… Lo scoprirai solo allo step successivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.