E continuiamo a sfogliare

d17b7c50c7f60e94792571810b16359c

 

 

Non lo so cos’è che faccia più male.
Se quella sensazione di vuoto che ti rimane quando qualcosa o qualcuno esce dalla tua vita, se l’orgoglio ferito, se la paura di aver appena guardato in faccia un altro fallimento, se la consapevolezza che niente è facile e che la perseveranza e il sorriso sono le uniche forze.

Magari a fare male è solo la testa, dopo tanta tanta vodka.
Che non fa dimenticare, anzi ti fa ricordare ancora meglio il giorno dopo quanto come tutte le anestesie non curino il male.

Ieri mi hanno detto che esistono tacche sulla cintura, e poi ci sono le fibbie. A prescindere da come va a finire.

Che certe persone non sono quelle che ti accompagneranno per lunghi periodi della tua vita, lo sai. Fin dal primo momento in cui le incontri.
Però il cuore è stupido, le emozioni ti mandano in pappa il cervello.
E così, sì. Si può stare male se un ragazzino tutto selfie, tatuaggi e serate in discoteca ha il tempismo di chiudere una storia senza futuro prima di te.

E nonostante la piena consapevolezza che lui non sarebbe mai stato l’uomo giusto, quello alla tua sinistra, quello da presentare a casa e con cui pensare a qualcosa di più di una serata divertente, ci stai male.

Perché è sempre il mix sbagliato quello che trovi.
Continui ad aggiungere alla tua lista dei desideri gli ingredienti perfetti che adori per creare un domani il tuo piatto preferito. Ma continui a rimandare indietro o a non digerire la portata.

E do ragione alle amiche che non si capacitano di tutto questo.

E do ragione anche chi mi dice che certe esperienze io è meglio che nemmeno le sfiori, perché poi mi “innamoro”.

Quindi, concludendo, ringrazio Toyboy per avermi fatto riscoprire cosa significa tenersi per mano camminando in mezzo alla gente e l’adrenalina della spensieratezza.

Un sentito grazie ai suoi addominali, al sesso da panico sotto la luna piena e… Basta.

Perché alla fine in realtà tutto questo non basta, è solo un ingrediente.

#ciaoegrazie

Voltiamo pagina.

 

Annunci

5 thoughts on “E continuiamo a sfogliare

  1. …la ricetta ha molti ingredienti… solo alcuni non bastano, ma avolte sembra che possa funzionare anche senza un piccolo e trascurabile pizzico di qualcosa…! Voltare pagina o cambiare registro come mi dico sempre io 🙂 un abbraccio

  2. Pingback: Ragazze, niente ansia. Abbiamo tempo | FirstLady al Limone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.