Ragazze, niente ansia. Abbiamo tempo

4b2dabe39a0fdf4b1b62e243dd936a65

 

Ultimamente l’argomento “tempo” pervade la mia mente.
State sereni perché l’unica cosa a cui non collego la parola tempo è il famoso “tic tac” dell’orologio biologico.
Non si tratta assolutamente di istinto materno, mariti, cani e gatti o di un mutuo.

Sì, ok.
Siamo a novembre e mancano poco meno di quattro mesi al traguardo dei 30.
(NB. Ho scritto “traguardo“).
Fermi tutti anche qui. Perché con il solito anticipo che mi contraddistingue, non sto organizzando un funerale, ma piuttosto un party a tema “The Strip” (dategli il senso che volete).

Non voglio tediarvi con le paranoie post-sbronza, o più comunemente del lunedì, dedicate a “oddio, trent’anni e non sono niente di quello che immaginavo sarei stata“, “trent’anni e ancora faccio pipì alle 5.30 di mattina dietro le aiuole in tangenziale“.
No, passiamo a considerazioni più profonde (anche se l’aneddoto della pipi en plein air meriterebbe assolutamente un post ad hoc).

Gli assidui lettori sapranno delle recenti vicissitudini che hanno visto la First Lady scaricata da un ToyBoy, tutto sesso, addominali e tanta strada da fare (speriamo per lui).

I lettori ancora più fedeli, di sicuro sapranno che prima di inalberarsi per degli addominali tatuati, la First Lady ha più volte dato una chance a diversi Ciccipanzoni (uno tra tutti, il più assiduo Mr Non Rispondere).

Ora giungiamo al punto.
Abbiamo di fronte due tipologie completamente differenti: per fisionomia, background, passioni, cultura, ambizioni, percentuale di massa grassa e massa magra, capelli in testa, età anagrafica.
Eppure, nonostante questa distanza evidente tra i due diversi soggetti, notiamo grandi similitudini.

Se il Toyboy ti scarica dicendo che sei meravigliosa, la donna della vita ma che non vuole avere legami (perché sta per andare a vivere con i suoi amichetti del cuore in quello che da appartamento in meno di 6 giorni diventerà uno strip club dei bassifondi della Transnistria), dall’altra parte il Cicciopanzone ti dice (guarda un po’ la differenza…) che sei una ragazza meravigliosa, la donna della vita, ma che non è il momento (il famoso “non sei tu, sono io“).

Altra costante: subito dopo c’è il colpo di scena.
Per colpo di scena, o coup de théâtre che dir si voglia, intendo quel fatto per cui ti ripigli e ringrazi il cielo perché ti sei scansata dalla tragedia anche questa volta.
Io solitamente ringrazio per non perdere il vizio di accendere ceri nelle più svariate chiese del mondo, a quanto pare lassù qualcuno si ricorda della mia costanza.

Quindi, da una parte Toyboy che si fa fotografare a torso nudo come nemmeno Costantino Vitagliano ha fatto mai in locali di campagna per raccimolare 30 like di piccole aspiranti zoccole (creandoti un imbarazzo che “… giuro Amiche non soffro più per questo”) e dall’altra il Cicciopanzone che in tempo zero presenta la nuova fidanzata al mondo (della serie… “E questa da dove sbuca?”… ma quindi: “non sei tu, sono io, ma meglio lei?”).
Queste due le casistiche emblematiche, ma potrei sottoporvene altre.
Chiamiamole cadute di stile, generalizzando.
Oppure “rivelazioni del Se” per essere più tecnici.

Non so se avete colto il punto.
Il punto è che non cambia che si tratti di un ventisettenne tutto selfie e discoteca o di un quarantenne tutto lavoro e amanti.
Sempre di uomini si tratta. Anzi… “Uomini”.

Vi ho già illustrato la teoria della “miniera di diamanti“.
Oggi, dopo 30 anni, dichiaro al mondo che do ragione a mia madre.
E aggiungo (con la saggezza che solo il mal-di-testa-post-sbronza può regalarti): ragazze, state serene.
Non è che l’uomo della vita deve ancora nascere oppure deve ancora perdere tutti i capelli.
È piuttosto che non ha veramente senso prendersela e restare deluse.
Mi verrebbe addirittura da azzardare un “non vale la pena impegnarsi” fino a quando non arriva la doccia fredda di un uomo che ti dice “faccio sul serio” (… E anche qui… Attenzione).

Noi a 30 anni siamo bellissime.
Nonostante le nostre insicurezze o il dubbio amletico di dove saremo tra 2 mesi, siamo il risultato di una vita di emozioni che ci ha rese speciali, più che uniche… In edizione limitata.
E non serve che ve lo dica, le edizioni limitate non sono per tutti.

Alcuni uomini lo capiscono e lo apprezzano.
Altri – molti – lo capiscono, ma non possono reggere il confronto.
Non se lo possono permettere.
(E con amarezza, lasciatemelo dire, non potranno permetterselo per un bel po’).

A questo punto non vedo il problema.
Questa vita può solo farci diventare ancora più meravigliose.

 

a67a2157783995f6f16d1d4b1cad16e8

Annunci

7 thoughts on “Ragazze, niente ansia. Abbiamo tempo

  1. Questo si che è un post che mi piace…a 30 anni si è finalmente consapevoli di chi siamo..a 30 anni possiamo scegliere cosa ci piace e cosa no..a 30 anni siamo indipendenti, giovani e rampanti…a 30 anni sei capace di gestire un uomo e fargli fare quello che vuoi..a 30 anni puoi scegliere chi dovrà starti accanto..e finchè non scegli….ti godi la vita!

    • Che ho gli occhi lucidi non serve dirtelo.
      Che ho in mente una mattina a Ibiza con il sole che si stava alzando te lo devo dire.
      Perchè, NON LO RIPETERO’ MAI, ma quella cosa là la penso SEMPRE.
      Grazie ❤

  2. Ma voi siete bellissime sempre, anche a 40, a 50…ammettiamo la triste verità. Siamo noi che siamo un disastro! L’unica salvezza è che per certe cose ancora vi serviamo! Come dice Natalia Ginsburg in Lessico Familiare, “renditi utile, visto che non sei dilettevole”

  3. Te lo dice una che la boa dei 30 l’ha superata l’anno scorso: noi siamo belle sempre, perchè la nostra bellezza non è una questione di età, di rughe, di cicce e tutto il resto. E’ una questione di forza interiore, di capacità di accettarci e accettare gli altri, con meno ansie rispetto a prima…(poi in realtà le ansie magari continuamo ad averle, ma per cose importanti, non per le sciocchezzuole!). Quindi stai serena e goditi i 30 che sono davvero una gran bell’età. almeno fino a quando non ti alzi dal letto un mattino e ti ritrovi col mal di schiena che 10 anni fa non avresti mai avuto 😀 Ma questa è un’altra storia!!! :*

    Claudia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...