A mano libera

Un giorno capirai che non è tutto come nelle favole.

Che i film sono sceneggiati da bambini cresciuti, che vogliono sognare ancora.
Che il telegiornale racconta cose brutte, ma vere.

Non smettere mai di ripeterti che sei fortunata.
Non smettere mai di dire grazie, ogni giorno, per tutto.
Dal profondo grazie perché stai affrontando una nuova giornata, al grazie perché ti stai facendo la doccia con l’acqua calda e un bagnoschiuma profumato ai fiori di tiaré.

Ogni tanto fermati e svuota la testa.
Concentrati per un attimo, allontana i pensieri, ascolta il tuo respiro. Poi sorridi. Andrà meglio, immediatamente.

Impara a tenere fuori quello che dentro ti distruggerebbe.
Impara a fidarti di te, che è più importante questo che contare su qualcun’altro.

Apprezza le persone che ti circondano per quello che sono, nei loro limiti e nei loro pregi. Nemmeno tu sei perfetta.

Ricorda che il tempo è l’unica cosa che non ha il diritto di recesso o con cui non funziona la formula “soddisfatti e rimborsati”.

Non soffrire se qualcuno che per te è stato un punto fermo nella tua vita, così tanto da essere una svolta, ora non sa nemmeno di che colore hai i capelli. Le esperienze servono per imparare e migliorarci. Se sei meravigliosa come sei ora, è merito anche di persone che non ti meriterebbero ora.

Non portare rancore.

La vita va vissuta come nei sogni, dove pensi di poter fare tutto.
E soprattutto ricordati che dopo un brutto sogno, passa tutto… Era solo un sogno.

Ricordati di essere forte per la tua mamma e il tuo papà, come loro lo sono stati per te sempre.

Non confondere il sesso con l’amore, il bisogno d’affetto con la stima, i complimenti con l’opportunismo, la malizia con la sincerità.

Fidati dei battiti del tuo cuore, non ti faranno avere rimpianti.

Guarda negli occhi le persone mentre parli, stringi forte le mani. Non avere paura di quello che sei, sii fiera sempre di te.

Un giorno ti ritroverai a pensare a tutto questo. A tutte quelle cose che dovresti ricordare in ogni istante della tua vita ma che invece dimentichi.
Un giorno arriverà una telefonata, una voce rotta dalle lacrime, con una notizia che ti cambierà la vita. Non si è mai pronti. O forse solo crediamo di non essere i leoni che in realtà siamo sempre per affrontare questa giungla che è vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...