Aspetta che… The best is yet to come

On air – “The best is yet to come”, Frank Sinatra 

Non c’è mai fine al peggio e non smetteranno mai di esserci cose per le quali non trovi spiegazioni sensate, nemmeno con la testa di altri.

Ogni tanto mi soffermo a pensare alla strana direzione che prendono le nostre vite, a come cambiano e a come cambiamo noi.
A quanto le esperienze ci plasmano fino al punto di diventare irriconoscibili agli occhi di chi ci avrebbe scovati bendato.

Di certe persone avrei potuto anticipare interi discorsi, o esprimere a parole complessi loro pensieri senza discostarmi di molto da quanto avrebbero realmente pensato, fatto o detto. E ora invece, sempre più spesso mi ritrovo a bocca aperta e con gli occhi sbarrati davanti alla realtà delle cose.
È probabile che qualcuno possa dire la stessa cosa di me. Di come una volta avrebbe potuto raccontarmi meglio di come avrei mai potuto descrivermi io stessa, mentre ora non saprebbe da che parte iniziare, nel bene o nel male.

Non credo che il nesso sia che spesso ci ritroviamo ad idealizzare persone al punto tale che appena ti distacchi da loro, osservandole senza coinvolgimento, finisci per non riconoscerle più.
È un caso troppo estremo questo. Soprattutto se c’è una condivisione profonda di determinati valori e principi.
Soprattutto se si è persone sensibili. Fino a quando non verrò palesemente contraddetta da fatti provati, continuerò a sostenere che nel “sentire” certe persone non mi sono sbagliata. Che forse ho solo avuto la sensibilità e la lungimiranza di vedere il loro potenziale – e di crederci – più di loro. Ma non è una dote… A volte addirittura è una sfortuna. La verità è che credere in noi stessi e in quello che sentiamo e vogliamo veramente è difficile. È più facile aggrapparci ad altro, che non ci appartiene così profondamente.

Preferisco dire che certe persone reagiscono alla vita, alle difficoltà e alla sofferenza costruendosi barriere e ostacoli che finiscono per riallineare il proprio “essere se stessi”. Queste maschere, armature, sfaccettature – chiamatele come volete – va a finire che poi rischiano di farti immedesimare in questa parte al punto tale che tutta la tua vita sembra incoerente per chi ti guarda da fuori conoscendo il tuo vero cuore.
Credo che prima o poi la grande occasione per togliersi la maschera e riconnettersi con i propri sogni, quelli veri e abbandonati, e ritrovarsi, arrivi.
E solitamente è quell’occasione in cui puoi decidere se viverla consapevole della sua importanza e purezza oppure no.
Puoi scegliere se ridare un’occasione al vero “te”, che negli anni hai seppellito sotto montagne di cinismo e freddure, e riallinearti al tuo cuore.

Immagine

Il meglio deve ancora venire, perché le persone tutto possono fare, tranne che smettere di sorprenderci (non ho detto deluderci).
Per questo, coccolo sempre la speranza che il meglio debba ancora arrivare. Si tratta solo di darsi una spinta con il piede, come in bicicletta.
Non sono le scelte sbagliate che ci caratterizzano, è la coerenza vera con noi stessi che ci premia a fine corsa.

D’altra parte,  per fortuna, non c’è mai fine alla meraviglia.
Quando ti sembra di aver visto il posto più incantevole del mondo, di aver provato le sensazioni più intense della vita, preparati ad essere sorpresa nuovamente.
Perché il meglio deve ancora arrivare.

La postilla – “Non mi rimangio quello che credo di te. Lo penso, ne sono convinta. Ho potuto sentire la parte più vera di te, e ci ho creduto, ci credo e ci crederò ancora. A volte devi farti da parte e lasciare il tempo al tempo, o meglio, devi solo darti tempo.”

Out of the tree of life I just picked me a plum
You came along and everything’s startin’ to hum
Still, it’s a real good bet, the best is yet to come
Best is yet to come and babe, won’t that be fine?
Frank Sinatra, “The best is yet to come”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...