Lunghe file allo sportello della vita

Senza titolo

No, io mi rifiuto.
Non mi va di stare in coda.

Alle feste affollate sono quella che va al bagno dei maschi, dal medico sono quella che arriva 3 minuti prima della chiusura, al supermercato vado alla cassa automatica.

Perché mai dovrei stare lì ferma nella sala d’attesa della vita?

Il tempo è una risorsa limitata, si sa. Un bene per niente durevole e di largo consumo, perennemente in saldo.
La vera gara è tenertene una fetta per te, difendere i minuti con i denti e tutte le tue forze.
Perché mai regalare del tempo all’attesa.

Vivere, andare avanti, guardare oltre. Il tempo dell’attesa si inganna facilmente e se lo si impegna facendo altro, passa ancora più velocemente.

Ecco perché non ha senso aspettare il momento giusto, la persona giusta, la congiunzione astrale ideale.

18b82e6af6850d01642753bdc3958f18

Fare la valigia, anche se la meta vorresti fosse stata un’altra.
Innamorarsi per un po’, anche se ce lo immaginavamo diverso.
Sorridere anche se non ne sentiamo l’esigenza, perché è contagioso e poi ne sarà valsa la pena.
Ballare anche con le scarpe scomode, perché quella canzone che tanto ti fa impazzire tra un mese ti avrà già nauseato.
Crea una bacheca su Pinterest piena di sogni e lascia stare gli album dei ricordi.

Perché spesso la vera emozione è la vita che decidi di vivere nel tempo dell’attesa.
E magari alla fine non ti ricordi nemmeno che cosa stavi aspettando.

4ae0e5f6438d34bf0bef309c339bee5f

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...