Tieni il tempo


Una parte di me avrebbe tanto voluto iniziare questo nuovo post con una citazione classica sul tema, ma eviteró…
Anzi, la tentazione è molta, quindi vi lascio un link (come suggerimento per il sottofondo musicale per la lettura di questo nuovo capitolo, clicca qui).

Quello che caratterizza la mia vita in questo periodo sono i fantastici insights che i miei neuroni generano dal nulla e che poi si manifestano sotto svariate forme (post, viaggi, messaggi, match, email, dichiarazioni, borse, tagli di capelli).

L’insight (o illuminazione) del giorno nasce da un brandello d’arte che mi è capitato sott’occhio questa sera: “las personas se encuentran cuando necesitan encontrarse” (Google translate qui).
Alla fine, come vedete, non ho resistito alla tentazione di citare un grande classico.

Questa settimana il mio tempo è stato scandito dal “tempo” nella sua accezione più comunemente conosciuta come tempistica.

Dal momento in cui nasciamo ci siamo abituati a sentirci dire che c’è un tempo per tutto, che arriverá il nostro momento, che con il tempo si sistema tutto.
Arriva poi un momento in cui il tempo è prezioso, il tempo è denaro, il tempo vola. Una fase durante la quale ti ricordano ripetutamente che non devi sprecare il tuo tempo e non devi nemmeno regalarlo.
A tutto questo segue poi un’altra epoca, un po’ come l’avere dopo il dare, o la recessione dopo il boom economico: l’era del “prenditi il tuo tempo”.

Ma in che senso?
Prima aspetti, poi hai fretta e poi “te lo prendi” o, forse, lui si prende te.

Ognuno ha i suoi tempi” è la versione che preferisco.
Addirittura passiamo dal tempo ai tempi, quasi ci fosse una moltiplicazione improvvisa di possibilità.
Come se, dopo che sembrava non ce ne fosse più per nessuno, improvvisamente ce ne fosse talmente tanto da poterti permettere di sederti su una panchina e aspettare quello che più ti piace.

C’è un tempo per tutto“.
Ecco un’altra rivisitazione della moltiplicazione dei pani e dei tempi.
Non solo “tu hai i tuoi tempi” ed “io ho i miei“, ma aggiungiamoci pure la variabile circostanza.

Che meraviglia, non ci facciamo bastare più nulla, nemmeno il tempo.

Verità o menzogna, carezza o schiaffo, placebo o medicina che sia questa versione del tempo che ci vogliamo bere, una cosa mi è abbastanza chiara (adesso).

Tempo, tempi, tempistiche.
A ognuno il suo.
E in questo voglio riassumere anche il concetto per cui non c’è davvero motivo di mettersi fretta per cambiare il proprio di tempo.

Perchè la mia mamma, durante tutte le fasi della mia vita (anche quando i tempi non erano maturi, o quando il tempo era relativo, addirittura quando il tempo era un’illusione), mi ha sempre detto “che la fretta è una cattiva consigliera”.
Deduco quindi che, qualsiasi senso ognuno di noi voglia dare alla parola tempo e a sua sorella tempistica, sempre dovrà tenere presente la ex rancorosa (la fretta).

In questo momento in cui tutto attorno ci spinge verso la velocità, efficienza, il risparmio energetico, l’efficacia, l’ammortizzamento, la flessibilità e l’adattamento io dico che non c’è tempo per prendersi tempo, cosi come non ha senso non fare caso al tempo.

Diamo spazio al tempo, lasciamolo respirare.
Diamo modo al nostro tempo di ritrovare il suo ritmo, che sia un adagissimo o un larghetto.
Ascoltiamo il tempo, ricalibriamo i battiti al minuto.
Ecco, il nostro cuore (sì, sempre lui) alla fine ci dirà qual è il NOSTRO tempo.
Quello che vogliamo tenere, quello che vogliamo raggiungere per correre la maratona della vita.

E quando avremo toccato il punto perfetto del nostro tempo, rallentiamo, che magari dietro di noi c’è un altro maratoneta pronto a sostenere il nostro passo, secondo il nostro ritmo, assecondando il nostro tempo.

Dedicato a chi ancora sta cercando il suo tempo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.